pasta

5e7c8ee0a4df065d6505115b
  • Country Origin: Italy
IMAGE 1- Pasta Etna. Solo da grano 100% siciliano, l’unico da filiera siciliana certificata DNV. / IMAGE 2- I capellini sono un antico formato di pasta lunga e molto sottile, che si sposa a condimenti semplici, come burro e formaggio, salse al pomodoro e brodi leggeri. In Sicilia sono protagonisti di un gustoso timballo al burro. / IMAGE 3- Questo formato, dal diametro più sottile degli spaghetti, è tradizionale nella cucina siciliana. È ideale con condimenti leggeri e sughi delicati, ben si associa ai frutti di mare ed è ottimo all’aglio, olio e peperoncino. / IMAGE 4- Gli spaghetti sono un classico della cucina italiana e internazionale, sono molto versatili e possono essere usati con numerosi condimenti, dal pesce alle verdure, dalla carne al formaggio, dalle uova ai frutti di mare. / IMAGE 5- Questo formato richiede qualche minuto in più di cottura ma il suo spessore gli dona una grande corposità. Va bene con tutti i condimenti, dai più semplici ai più strutturati, e si esalta con sughi a base di pesce. / IMAGE 6- Simili a grossi spaghetti forati, i bucatini sono originari del Lazio, e sono abbinabili con salse dense a base di carne e con condimenti dal sapore forte. Ottimi alla siciliana, con melanzane, salsa di pomodoro e mozzarella. / IMAGE 7- Maccheroncello deriva da maccherone, antico termine di origine campana. Questo formato, assimilabile a grossi spaghetti bucati, ha un gusto speciale se associato a ragù a base di carne e anche, spezzettato, al forno. / IMAGE 8- Appartenenti alla famiglia degli spaghetti, le linguine hanno una forma piatta e non cilindrica. Si sposano a infiniti condimenti e sono ideali col pesce o con i frutti di mare e ottime condite col pesto siciliano. / IMAGE 9- Formato piatto, che lo fa assomigliare a un nastrino o fettuccia, da cui prende il nome. Le fettuccine si abbinano a condimenti di vario tipo, a base di verdure o di funghi, al ragù di carne e al pesto siciliano. / IMAGE 10 I Piombini sono minuscoli pezzetti di pasta per minestre delicate, vellutate e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 11- Le lingue di passero sono semini di pasta, ideali per minestre delicate, vellutate e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 12- I Pinoli sono semi di pasta, ideale per minestre delicate, vellutate e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 13- I Fili d’oro sono sottili fili di pasta, ideale per minestre delicate, vellutate e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 14- I Corallini sono piccoli coralli di pasta, ideale per minestre delicate, vellutate e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 15- Le Stelline sono minuscole stelle di pasta, ideale per minestre delicate, vellutate e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 16- Gli anellini sono cerchietti di pasta d’origine siciliana, ideali con minestre delicate, vellutate e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 17- Le Perline sono piccole, tonde e concave, ideali con minestroni di verdura e legumi e brodi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 18- I Tubettini sono tubicini di pasta, ideali con minestre in brodo e zuppe di legumi. Le pastine sono formati pasta minuta che prendono nome più che altro dalla loro forma, creata per stimolare la fantasia dei bimbi. / IMAGE 19- I ditalini nascono dai ditali, antico formato meridionale che prende nome dal ditale che si usa per cucire. Sono perfetti nei minestroni, nelle zuppe di verdura o legumi, e anche con piselli o con cozze e pomodoro. / IMAGE 20- I ditalini nascono dai ditali, antico formato meridionale che prende nome dal ditale che si usa per cucire. Quelli rigati sono perfetti con sughi non troppo densi, e anche nei minestroni e nelle zuppe di verdura o legumi. / IMAGE 21- Cavi all’interno e dalla forma arcuata, somigliano ai cornetti, come si chiamano in alcune zone d’Italia i baccelli di fagiolino fresco. Si rivelano ideali con sughi cremosi o anche con ricotta e pesti. / IMAGE 22- Sono molto versatili perché, essendo concave, accolgono qualsiasi sugo. Si addicono al pesto alla siciliana e in genere a minestre e sughi leggeri a base di pomodoro, alla ricotta e a zuppe di legumi. / IMAGE 23- I ditali sono un antico formato meridionale che prende nome dal ditale, accessorio per il cucito. Quelli rigati vanno bene con vari condimenti, per sughi a base di pesce o di carne, e per minestre e paste con legumi. / IMAGE 24- I ditali sono un antico formato meridionale che prende nome dal ditale, accessorio per il cucito. Quelli lisci vanno bene con vari condimenti, per minestroni, pasta con legumi e con sughi non densi di carne o pesce. / IMAGE 25- Tipo di pasta corposa, tipica della tradizione siciliana, grazie alla loro forma raccoglie molto bene il condimento, ed è protagonista di squisite ricette come il timballo al forno, preparato con carne, formaggio e piselli. / IMAGE 26- Nati secoli fa in Sardegna, dov’erano preparati in occasioni festive, gli gnocchi sardi, grazie alla superficie rigata, ben trattengono ragù saporiti e condimenti a base di pesce, vongole, ricotta o pecorino stagionato. / IMAGE 27- Simile a gusci di lumaca, questo formato di pasta, che dà buoni risultati nelle preparazioni al forno, ha un impiego molto vario, che va dai piatti a base di sughi di carne alle ricette con ingredienti cremosi come la ricotta. / IMAGE 28- Capaci di accogliere ogni tipo di condimento, grazie alla loro forma, le conchiglie ben si sposano con il pesto alla siciliana, con condimenti che prevedono ingredienti come pesce o carne e preparazioni al forno. / IMAGE 29- Caratterizzati da una forma che richiama volutamente gli gnocchi di patate, sono dotati di una cavità che ospita anche i sughi e i ragù più densi, il pesto oppure condimenti semplici come pomodorini ciliegini e basilico. / IMAGE 30- Caratterizzati da una forma che richiama volutamente gli gnocchi di patate, sono dotati di una cavità che ospita anche i sughi e i ragù più densi, il pesto oppure condimenti semplici come pomodorini ciliegini e basilico. / IMAGE 31- Più corte delle penne, le mezze penne, nate nel 1865 per opera di un geniale pastaio, si abbinano a ogni tipo di condimento, soprattutto quelli cremosi, e sono squisite nelle zuppe di verdura e di legumi. / IMAGE 32- Le pennette sono davvero un classico della gastronomia nostrana. Grazie alla loro forma si abbinano bene a condimenti a base di verdure e ortaggi, ed esaltano il gusto di ragù e di ricette a base di pesce. / IMAGE 33- Nate nel 1865 dalle mani di un geniale pastaio, le penne lisce si abbinano a ogni condimento, soprattutto quelli leggeri e non corposi. Ottime con salse delicate a base di verdure o di formaggio. / IMAGE 34- Nate nel 1865 dalle mani di un geniale pastaio, le penne si abbinano a ogni condimento ed esaltano ricette tradizionali come i ragù di carne. Ottime alla siciliana, con melanzane, pomodoro, mozzarella e peperoncino. / IMAGE 35- Insuperabili con ragù di carne alla siciliana, i pennoni sono ottimi anche per preparazioni al forno. La trafilatura al bronzo conferisce loro una corposità e una rugosità in grado di trattenere i condimenti. / IMAGE 36- Sono piccoli ziti, nome che sta per fidanzati, perché cucinati durante le feste nuziali. Di forma tubolare e cava, si abbinano bene a sughi e a condimenti a base di verdure e ortaggi, ottimi con ricotta e broccoletti. / IMAGE 37- Questa pasta è caratterizzata dalla forma tubolare e leggermente ricurva e da una superficie liscia, che la rendono adatta ai condimenti a base di verdure o di ortaggi e alle salse cremose. / IMAGE 38- Questa pasta è caratterizzata dalla forma tubolare e leggermente ricurva e da una superficie liscia. Si sposa con vari condimenti ed in Sicilia è tradizionalmente usata per preparare la gustosa pasta ‘ncaciata. / IMAGE 39- Assomigliano a maccheroni dalla forma più sottile e leggermente curva e sono molto buoni accompagnati da ragù di carne, da funghi e nella preparazione di timballi al forno e di ricette estive. / IMAGE 40- Questo formato molto diffuso appartiene alla famiglia delle paste tubolari a taglio dritto, e si rivela ottimo con ogni condimento. In particolare è ideale per ricette tradizionali come i ragù di carne e per la pasta al forno alla siciliana. / IMAGE 41- Questo formato, simile a una striscia di pasta ripiegata, in cucina accompagna bene pesti e salse corpose, come i ragù di carne e i sughi alle verdure. La trafilatura al bronzo conferisce una corposità e una rugosità che ne esaltano il sapore. / IMAGE 42- Questa pasta liscia, arrotolata su se stessa e curva alla punta, è nata in Sicilia, dove è usata per il tradizionale ragù regionale ed è ottima anche con sughi e condimenti più semplici. La trafilatura al bronzo conferisce una corposità e una rugosità che trattengono il condimento. / IMAGE 43- Questa pasta a forma di spirale, il cui nome deriva da quello del fuso per la lana, si accompagna bene a salse leggere, sughi al pomodoro o a base di verdure, alla ricotta e al pesto. È indicata anche per insalate di pasta estive. / IMAGE 44- Sfizioso formato di fantasia, che richiama la tipica spirale del cavatappi, e che è indicato per ogni tipo di sugo, soprattutto i più cremosi, oltre a rendere originale l’insalata estiva di pasta condita con ciliegini e ricotta salata. / IMAGE 45- Più corti dei rigatoni, i mezzi rigati sono ottimi con condimenti a base di pesce e in genere si rivelano ottimi con i sughi cremosi, che vengono trattenuti dalle rigature di superficie e raccolti al loro interno. / IMAGE 46- Classico formato della tradizione, i rigatoni sono versatili e rendono gustosa ogni ricetta. Imbattibili con i sughi di carne e con salse cremose, che vengono trattenute dalle rigature di superficie e raccolte al loro interno. / IMAGE 47- Questo tipo di pasta, che deve il suo nome al fatto che, vista in sezione, ricorda le pupille del lupo, si presta alle ricette più varie, inclusi i pasticci al forno e le salse cremose, che vengono ben raccolte al suo interno. / IMAGE 48- Questo formato, che appartiene alla famiglia delle paste tubolari a taglio dritto, si rivela ottimo con ogni condimento. In particolare è ideale per ricette tradizionali come i ragù di carne e per la pasta al forno alla siciliana. / IMAGE 49- Un formato di fantasia per una pasta a spirale, indicata per ogni tipo di sugo, soprattutto i più cremosi, e adatta a rendere originale l’insalata estiva di pasta condita con ciliegini e ricotta salata. / IMAGE 50- Le pennette sono davvero un classico della gastronomia nostrana. Grazie alla loro forma si abbinano bene a condimenti a base di verdure e ortaggi, e la rigatura trattiene bene i ragù di carne. / IMAGE 51- Nasce dalla tradizione siciliana questa pasta ricurva dotata di una spaccatura centrale che raccoglie bene il condimento più vario. Ideale con il pesto alla siciliana e con sugo di pomodoro e ricotta. / IMAGE 52- Questo formato di pasta a sezione circolare si rivela ottimo con condimenti a base di pesce e in genere con i sughi cremosi, che vengono trattenuti dalle rigature di superficie e raccolti al loro interno. / IMAGE 53- È la tradizionale pasta siciliana del Carnevale, soprattutto in terra dell’Etna. È dotata di cinque buchi, dove s’intrufola il condimento, solitamente un ragù carne di maiale e di vitello. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 54- Questo formato di pasta dalla forma elicoidale è indicato per ogni tipo di sugo, dai più semplici ai più cremosi, e per condimenti a base di ricotta, che vengono raccolti e trattenuti al suo interno. / IMAGE 55-Appartiene ai formati di fantasia questa pasta arrotolata su sé stessa. Ideale per ricette sfiziose e originali, ad esempio con pomodorini confit e pesto di rucola o con zucchine e bottarga. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 56- Questa pasta lunga, che assomiglia a un nastro riccio da un lato, accoglie i condimenti densi come i sughi di carne, è ottima con verdure come bietole e rape, e ideale per la pasta c’anciova e muddica (acciughe e la mollica). / IMAGE 57- Questa pasta lunga e riccia da entrambi i lati si chiama così perché dedicata dai napoletani alla principessa Mafalda di Savoia. Accoglie bene i sughi di carne, è ottima con bietole e rape e ideale per la pasta c’anciova e muddica (acciughe e la mollica). / IMAGE 58- Versione senza uova delle fettuccine, i nidi si schiudono in pentola e sono pronti ad accogliere ragù di carne, condimenti a base di funghi e di carciofi, e sono ottime con tocchetti di melanzane, pesce spada e pomodoro. / IMAGE 59- Versione senza uova delle fettuccine, i nidi si schiudono in pentola e sono pronti ad accogliere ragù di carne, condimenti a base di funghi e di carciofi, e sono ottime con le vongole e i molluschi in genere. / IMAGE 60- Più corposa al centro, più sottile ai lati e con ovale smerlato, questa pasta è da abbinare a condimenti a base di verdure, al pesto siciliano, a salse bianche leggere e ad altro ancora. Ideale in insalata fredda, specialmente con ciliegini, basilico e ricotta salata. / IMAGE 61- Queste grandi farfalle, più corpose al centro, più sottili ai lati e con ovale smerlato, si abbinano a condimenti a base di verdure, al pesto siciliano, a salse bianche leggere e ad altro ancora. Ideali in insalata fredda, specialmente con ciliegini, basilico e ricotta salata. / IMAGE 62- Queste lasagne di semola sono la versione senza uova di quelle tradizionali, sono ideali per la cottura al forno dei piatti dei giorni di festa e danno il meglio con sughi saporiti e ricchi a base di carne o di verdure. / IMAGE 63- Questi cannelloni di semola, versione senza uova di quelli tradizionali, sono ideali per la cottura al forno e grazie alla tipica cavità riescono ad accogliere al meglio ripieni saporiti, come ricotta e spinaci, sughi di carne macinata, creme di ortaggi. / IMAGE 64- Un formato di pasta dalla grande consistenza, che si sposa con i frutti di mare e con gli ortaggi più saporiti, o, alla maniera sicula, con pesce spada, pinoli, pomodorini, finocchietto selvatico, uvetta e pangrattato. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 65- Caratterizzato dalla larghezza maggiore rispetto alle altre paste a sezione piatta, le pappardelle si abbinano bene a condimenti cremosi a base di formaggio, come con sughi di cinghiale e di lepre. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 66- Questa pasta, il cui nome deriva dal formato che ricorda gli anelli del calamaro, si addice a vari condimenti, ma si esalta proprio con gli anelli di calamaro, nella tradizionale ricetta della calamarata. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 67-Il nome di questi maccheroni giganti deriva da pacca, nel senso di schiaffo. Sono ideali con sughi saporiti, di carne di maiale e funghi, di seppia o ricotta e pesto siciliano, e si possono anche farcire con pesce, verdure o formaggio. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 68- Più corta del pacchero e rigato in superficie, questo formato di pasta è ottimo con condimenti succulenti, come i ragù di carne, con i frutti di mare, con ortaggi saporiti e con la carbonara di verdure. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 69- Questo formato di pasta, in forma di piccole cravatte a farfalla, è ideale per brodi di carne, minestroni e zuppe di legumi. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 70- Nati dalla tradizione pastaia di attorcigliare gli spaghetti intorno a un ferro, queste spirali di pasta vanno bene con condimenti densi e saporiti, come ragù di carne e anche per rendere più originale la pasta alla Norma. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 71-Questo formato di fantasia è anche come pasta a forma di fiore, e si rivela ottimo con salse e sughi elaborati e dal gusto intenso, in quanto in grado di raccogliere al suo interno il condimento. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 72- Tipiche pugliesi e chiamate in barese strascinati perché prendono la forma a orecchio quando sono strascinati sul tavolo, la tradizione sposa le orecchiette al ragù di carne, fornito di braciole, e con le cime di rapa. La trafilatura al bronzo le conferisce una corposità e una rugosità particolare. / IMAGE 73- Gli spaghetti integrali sono versatili e ben si adattano a condimenti leggeri e a ingredienti genuini come pomodorini ciliegini freschi, carciofini, carbonare di verdure. La pasta integrale Alberto Poiatti è una preziosa fonte di fibre, in quanto ne fornisce una buona percentuale del fabbisogno giornaliero. / IMAGE 74- I ditalini nascono dai ditali, antico formato meridionale che prende nome dal ditale che si usa per cucire. Quelli rigati integrali sono indicatissimi nei minestroni e nelle zuppe di verdura o con legumi come lenticchie e ceci. / IMAGE 75- Le penne integrali sposano ottimamente il desiderio di leggerezza e di gusto, e vanno molto bene con condimenti cremosi, come pesti, creme di ortaggi, ricotta. La pasta integrale Alberto Poiatti è una preziosa fonte di fibre, in quanto ne fornisce una buona percentuale del fabbisogno giornaliero. / IMAGE 76- I fusilli integrali si accompagnano bene a salse leggere, sughi al pomodoro o a base di verdure, alla ricotta e al pesto e sono molto apprezzati nelle insalate di pasta. La pasta integrale Alberto Poiatti è una preziosa fonte di fibre, in quanto ne fornisce una buona percentuale del fabbisogno giornaliero. / IMAGE 77- I rigatoni integrali esaltano ogni ricetta, incluse quelle semplici e leggere, come i sughi di ortaggi o verdure, che vengono trattenuti dalle rigature di superficie. La pasta integrale Alberto Poiatti è una preziosa fonte di fibre, in quanto ne fornisce una buona percentuale del fabbisogno giornaliero. / IMAGE 78- Le lasagne all’uovo sono un grande classico della nostra cucina, sono ideali per la cottura al forno dei piatti dei giorni di festa e danno il meglio con sughi saporiti e ricchi a base di carne, di verdure e anche di pesce. / IMAGE 79- Questi nidi formati da nastri di pasta all’uovo si schiudono in pentola e sono pronti ad accogliere ragù di carne, condimenti a base di funghi e di carciofi, rivelandosi ottimi anche con i frutti di mare. / IMAGE 80- Caratterizzato dalla larghezza maggiore rispetto alle altre paste a sezione piatta, le pappardelle si abbinano bene a condimenti cremosi a base di formaggio, come con sughi di cinghiale e di lepre.